Case sempre più care: +5,7% a Genova

«Nel secondo semestre del 2006 il mercato immobiliare residenziale a Genova è cresciuto del 2% con un incremento complessivo nell'anno del 5,7%. Per quanto riguarda invece il mercato italiano nella sua globalità, ha continuato a dare segnali di crescita, ma più deboli rispetto al passato: nelle grandi città, infatti, si sono registrate ancora variazioni nominali positive dei prezzi sebbene ci si trovi di fronte all'aumento più basso dal 1998, anno in cui è iniziato il ciclo immobiliare positivo».
Questo, in breve, il messaggio comunicato da Gianni Scaccianoce, consulente e responsabile del gruppo Tecnocasa per Genova e la Spezia.
Nel capoluogo ligure è stata segnalata la macroarea di Pegli-Sestri come quella più dinamica, che ha visto una variazione di prezzi, nel secondo semestre del 2006, dell'8,2%.
Buone prospettive per il mercato immobiliare nella zona Fiera: è in corso infatti una riqualificazione dell'area che prevede la demolizione e ricostruzione del padiglione B, ampliamento della Marina e trasformazione dell'edificio dell'Ansaldo in un albergo a 4-5 stelle.
A ponente di Genova, il Technology Village vedrà la realizzazione di una città dell'alta tecnologia e sarà destinato ad ospitare l'Università di Ingegneria, spazi produttivi, uffici, laboratori e centri di ricerca di aziende. L'insediamento, che vedrà la nascita anche di un migliaio di unità abitative, sorgerà sulla collina degli Erzelli a Sestri Ponente e sarà facilmente accessibile dall'aeroporto grazie alla realizzazione di una funicolare.
Infine, tra le opere più importanti nel capoluogo ligure, è da segnalare il «Progetto di Ponte Parodi» che prevede la nascita, al centro del vecchio bacino portuale, di un edificio da destinare a diverse funzioni (centri commerciali, culturali e sportivi) e la realizzazione di un terminal crociere e di un parcheggio. Le quotazioni immobiliari (sempre riferite al secondo semestre del 2006) delle altre province della regione vedono Savona in testa con un incremento del 12,2%. È la zona porto di Savona quella in cui sono maggiormente lievitate le quotazioni: è prevista la costruzione del «Complesso della Torre» nella zona della Vecchia Darsena. Saranno ricavati immobili ad uso residenziale, commerciale e direzionale con quotazioni che oscillano da 5000 a 6000 euro al mq.
Le quotazioni immobiliari di La Spezia e di Imperia sono cresciute meno e, rispettivamente, hanno visto un incremento, del 2,8% e dell'1,6%.