Casilino 900 Piccolo si oppone: «No alla festa nel campo rom»

«Domani all’interno del campo nomadi Casilino 900 si terrà una manifestazione con la partecipazione di complessi musicali, artisti, artigiani e clown - afferma Samuele Piccolo, delegato del sindaco alla Sicurezza -. Trovo fuori luogo una festa del genere per svariati motivi. Il primo è dovuto alla situazione, non ideale del territorio, condizioni peggiorate con le abbondanti piogge dei giorni scorsi, che hanno spinto il sottoscritto a chiedere l’immediato trasferimento dei componenti la comunità nomade lì presente». La seconda ragione, per Piccolo, è la retata fatta due giorni fa dai vigili urbani del VII Gruppo, che setacciando il campo di via Casilina hanno trovato telai di moto di grossa cilindrata e pezzi di ricambio delle stesse pronti per essere rivenduti al mercato dell’illecito e alcune panchine rubate nel parco pubblico di Centocelle. «In Campidoglio - continua Piccolo - ci stiamo facendo in quattro per trovare una soluzione immediata, decorosa e dignitosa per gli abitanti del Casilino 900, e invece c’è chi pensa di risolvere il problema con manifestazioni che lasciano il tempo che trovano, soprattutto pensando che a breve il campo verrà smantellato».