Casinò e «brand Roma», il turismo va incentivato

Realizzare un casinò sul litorale. Spostare la notte bianca in bassa stagione. Istituire gli sportelli unici per avere i permessi in tempi certi. E creare un «marchio Roma» che certifichi la qualità dell’offerta. Sono alcune delle proposte di Gianni Alemanno per lo sviluppo turistico della capitale. Dopo aver incontrato i vertici di Federalberghi, il candidato sindaco del Pdl stila una sorta di piccolo programma per incentivare il turismo, una crescita che per Alemanno deve partire innanzitutto da due precondizioni: «Lotta al degrado che non garantisce la sicurezza e guerra senza quartiere alla burocrazia». Per garantire la qualità dell’offerta turistica, Alemanno pensa alla creazione del «marchio Roma», una sorta di brand con il quale identificare tutte le strutture rispondenti a criteri standard individuati in precedenza. Secondo l’ex ministro di An «il turismo a Roma è cresciuto ma meno rispetto alle altre capitali europee». Per invertire questa tendenza occorre innanzitutto «garantire la sicurezza, decoro, viabilità e snellimento della burocrazia, senza le quali una città non può svilupparsi e crescere». In particolare ciò che il candidato del Pdl propone è «una nuova politica degli eventi. Noi non siamo contrari alla Notte Bianca ma pensiamo che vada spostata verso la bassa stagione per garantire anche in quel periodo un turismo di qualità». Nel programma di Alemanno sul turismo capitolino, c’è anche un capitolo divertimenti. «C’è bisogno di integrare il turismo culturale con quello del divertimento. Ad esempio - spiega - nella capitale non c’è un casinò e bisogno farlo». Dove? «Sul litorale». Come? «A spese di investitori privati». Così come serve anche «un grande parco giochi tematico centrato sulla romanità per garantire la molteplicità delle offerte e per divertirsi in maniera qualificata». Durante l’incontro con Federalberghi, che rientra nel giro di consultazioni di Alemanno con le associazioni di settore, gli albergatori romani hanno presentato al candidato del Pdl le loro proposte per il miglioramento del settore a Roma e Provincia. Tra queste c’è il completamento delle infrastrutture in tempi brevi, la promozione di grandi eventi di richiamo internazionale, la messa in sicurezza e controllo del territorio, la costituzione di collegamenti con le maggiori città d’arte e l’investimento sulla viabilità da e verso Roma.