Alla «Casina dei Pini» un incontro della Cdl sul ruolo dell’Umberto I

Alla Casina dei Pini di Villa Massimo si è svolto un incontro promosso dal consigliere del III municipio Angelo Gizzi (An) sul tema «Policlinico Umberto I - Quale futuro per il riferimento sanitario del territorio». All’iniziativa hanno portato il saluto i consiglieri del III municipio Riccardo Leone (Udc), Francesca Gabrielli (Fi), Alfredo Bruno, capogruppo di An e Giovanni Ottaviano, vicepresidente del Consiglio del V municipio. Gizzi, nel suo intervento, ha evidenziato le necessità del vasto territorio che opera nel quadrante del policlinico Umberto I difendendo il ruolo e la professionalità che esiste nella struttura. Il saluto del consiglio comunale di Roma è stato portato dal consigliere Luca Gramazio che - denunciando il lassismo e le iniziative di soppressione della Regione - nel suo intervento ha anche ricordato le iniziative di An contro il taglio dei posti letto e la chiusure di alcuni ospedali storici di Roma. Ha quindi svolto una relazione il professor Giacinto Baciarello, docente alla Sapienza e primario nella struttura del Policlinico, ricordando la storia, i grandi valori professionali della scuola di medicina che ha «sfornato» i migliori ricercatori e medici a ogni livello. I lavori del convegno sono stati chiusi dal senatore Domenico Gramazio, che ha polemizzato fortemente con l’attuale gestione dell’Umberto I. «La conduzione di Montaguti & famiglia - ha affermato il senatore - andrebbe cancellata dalla storia di questa nobile struttura. La Regione deve avere il coraggio di ridare incentivi e credibilità all’Umberto I».