Casini: "Se resta l'attuale legge elettorale le primarie servono"

Il leader dell'Udc replica al Cavaliere: ""Se restasse
l’attuale legge elettorale non c’è dubbio. Di più auspicherei un cambio più profondo. Un
cambio che vada oltre Berlusconi per investire anche Fini, Casini ed altri protagonisti della
politica"

Roma - In caso di nuove elezioni è necessario per il Polo ricorrere alle primarie? "Se restasse l’attuale legge elettorale non c’è dubbio. Di più auspicherei un cambio più profondo. Un cambio che vada oltre Berlusconi per investire anche Fini, Casini ed altri protagonisti della politica. Ma io mi auguro che si arrivi ad una legge elettorale alla tedesca capace di superare l’anomalia italiana, con un bipolarismo che ha consegnato all’estrema sinistra un potere di ricatto permanente sulla politica italiana". Lo afferma il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, in una intervista a Giulio Andreotti, pubblicata sul settimanale "Dipiù".