Casini: "In Sicilia alleanze con il Pdl Centro: uniamoci"

Il leader dell'Udc: "Mi auguro che si trovi una convergenza". Poi si rivolge a Berlusconi: "Lo invito a non prendere
sottogamba nessuno". E a Fini: "Dice una cosa e ne fa una diversa", ma apre all'allenza per Palermo

Roma - Il leader dell’Udc Pierferdinando Casini ha detto stamattina di augurarsi una "convergenza" tra i partiti di centro, e ha invitato il leader del Pdl Silvio Berlusconi a non sottovalutare nessuno. "Mi auguro che si trovi una convergenza. Tutti i processi aggregativi costruiti sulla serietà sono positivi", ha detto Casini nel corso del programma di La7 "Omnibus".

Spazio da colmare "C’è uno spazio tra il Pd e il Pdl", ha aggiunto a proposito della possibilità di un accordo per le elezioni del 13 e 14 aprile tra il suo partito - che ha scelto di non correre con Berlusconi e Gianfranco Fini - e gli altri di centro. "Io - ha precisato - lavoro per unire tutti senza supremazie da parte di nessuno, ma con la consapevolezza che questa battaglia si deve fare con decisione senza perdere tempi inutili in cose inutili".

Intesa col Pdl in Sicilia Il centrodestra compatto per le elezioni regionali in Sicilia. Il leader dell’Udc valuta positivamente questa soluzione : "Io non ho problemi - dice - che si faccia un’alleanza di tutto il centrodestra. È una scelta autonoma a livello locale su cui non voglio interferire, ma se c’è stato un giudizio positivo sull’alleanza di centrodestra in quella regione, allora va bene. Per le amministrazioni locali - aggiunge - è una regola ferrea di alleanze della ex Cdl". 

"Berlusconi non prenda sottogamba nessuno" "Invito Berlusconi a non prendere sottogamba nessuno perché il Milan è campione del mondo ma a volte perde anche contro l’Empoli", ha detto Casini.

Ironia su Fini Sull’altro ex alleato, il leader di An, Casini - che ha rivendicato di avere "la schiena dritta" - ha avuto parole ironiche: "(Fini) dice una cosa e ne fa una diversa. Parlava di comiche finali e ce lo siamo trovati alle comiche finali...". Il leader dell’Udc ha poi aggiunto che proporrà "agli italiani una tassa di scopo... Gli italiani diranno che finalmente c’è qualcuno serio che non fa finte promesse".