Il caso Ansaldo riparte e supera i dubbi degli analisti

Ansaldo Sts rialza la testa in Piazza Affari. Le azioni della società, attiva nelle tecnologie per il trasporto ferroviario e metropolitano, ieri sono salite del 3,5 per cento chiudendo a un prezzo 9,2 euro. Ansaldo, che è controllata da Finmeccanica con un pacchetto del 40%, ha così interrotto la lunga fase di discesa iniziata il 2 novembre. Giorno in cui i vertici della società hanno comunicato i numeri dei primi nove mesi, chiusi con un utile in crescita del 6,5% e ricavi in progresso del 6,3%, ma con un portafoglio ordini giudicato deludente dagli analisti. In occasione della trimestrale, Ansaldo aveva anche confermato le stime stilate a giugno, «nonostante la difficile prevedibilità dei risultati dell’esercizio 2010, a causa della persistente volatilità dei mercati».