Caso Arner Va a gennaio la sentenza sul Grand Hotel

È stata rinviata al prossimo 28 gennaio l’udienza davanti alla terza corte d’appello che dovrà decidere su una nuova richiesta di sequestro preventivo del Grand Hotel via Veneto di Roma, dopo il rigetto di una prima istanza avanzata dalla procura in quanto si ritiene che l’immobile sia riconducibile, all’avvocato Giovanni Acampora condannato definitivamente per le vicende Imi-Sir e Lodo Mondadori. Il collegamento è emereso nel corso delle indagini sulla Arner Bank, filiale italiana dell’istituto svizzero. Il rinvio dell’udienza è stato disposto dopo il deposito di una corposa memoria con cui si sostiene che Giovanni Acampora non è il proprietario ma solo il professionista che ha seguito le vicende dell’hotel per conto di terzi.