«Caso-Asl, vince solo il clientelismo»

«Un atto di arroganza e di disprezzo per la decisione della magistratura. Dimostra che c’è voglia di occupare le Asl con uomini di fiducia del presidente piuttosto che preoccuparsi di renderle efficienti». Interviene anche il presidente dei deputati europei di Forza Italia, Antonio Tajani, sull’insediamento dei nuovi direttori generali delle Asl, nominati il 3 agosto scorso dal presidente della Regione, Piero Marrazzo. «Prevalgono la lottizzazione e gli interessi di partito rispetto a quelli dei cittadini», conclude Tajani. E intanto proseguono i pronunciamenti del Tar che sospendono le rimozioni dei precedenti dirigenti.