Caso Austoni, rinvio a giudizio per il primario

La Procura ha chiuso le indagini a carico di Edoardo Austoni, il primario di urologia e andrologia dell’ospedale San Giuseppe finito ai domiciliari lo scorso marzo con l’accusa di essersi fatto pagare in nero da decine di pazienti somme tra i 500 e i 4mila euro perché fossero operati da lui in persona o per superare le liste di attesa. I pm Pradella e Siciliano contestano 46 concussioni, 7 tentate concussioni e 15 casi di abuso d’ufficio. I magistrati si apprestano a chiedere il rinvio a giudizio per lui e per la sua segretaria, accusata di concorso in concussione e tentata concussione.