CASO «BILLIONAIRE»

Mattinata di interventi radiofonici per Flavio Briatore: da «24 Mattino» su Radio24 a «Chiambrettopoli» su RaiRadio2, l’imprenditore ha parlato a 360 gradi di Monti, della crisi e del suo imminente addio al Belpaese. Senza dimenticare una frecciatina al giornalista di «Repubblica» Francesco Merlo che l’altro giorno aveva definito il Billionaire «il covo della pacchianeria italiana»: «Merlo - ha detto l’ex team manager della Renault - è un radical-chic, vive a Parigi e pontifica. Non credo abbia mai creato posti di lavoro. Abbiamo una sinistra che odia tutti quelli che hanno fatto successo. È l’invidia. Io ho vinto 7 mondiali in Formula1: quel Merlo lì non so cosa abbia vinto, credo ben poco». Anche sull’operato di Monti, Briatore ha le idee chiare: «Come voto gli darei un 5. Quando è arrivato, aveva una chance incredibile: doveva tagliare la spesa pubblica partendo dalla casta e dalla politica. Per gestire l’Italia non servono mille persone, ma 150 magari pagate bene». Ultima battuta sul Billionaire: «Lo venderò. Di certo non chiudo un’attività con oltre 200 dipendenti, cercherò nuovi acquirenti che mantengano i posti di lavoro. Ma in Italia si fa di tutto per mandare via i turisti. Gli italiani si sparano sui piedi».
Commenti

cast49

Sab, 16/06/2012 - 08:20

l'ho scritto ieri che la melandri, comunista, andava a ballare da Briatore e l'ha pure negato la signora, come dovremmo chiamarla? pacchiana? ma quanto siete invidiosi e bugiardi voi di repubblica, la feccia della feccia...LO PUBBLICATE?

cast49

Sab, 16/06/2012 - 08:26

anche un bambino sa che monti doveva tagliare dall'alto, ma è stato più comodo tartassare i cittadini, ridurre le pensioni, e soprattutto avere i morti sulla coscienza, e chi se ne frega se molti si sono suicidati...

prodomoitalia

Sab, 16/06/2012 - 12:30

Approvo l'INTEMERATA di Briatore ed i commenti del mio Amico Cast 49 che leggo sempre volentieri, per il garbo e l' attenta analisi della situazioni .