Il caso Bulgari in picchiata dopo le dimissioni del direttore finanza

Titolo Bulgari sotto pressione ieri a Piazza Affari (-5% a quota 2,83 euro) all’indomani delle dimissioni del direttore finanziario Alberto Nathansohn che, nell’ottica del contenimento dei costi, sarà sostituito dal capo del personale e dei sistemi informativi, Flavia Spena. Nathansohn lascerà l’incarico dopo l’assemblea di fine aprile. Dallo scorso 11 marzo, giorno in cui la società ha comunicato un calo dell’utile del 45% a 82,9 milioni nel 2008 prevedendo un 2009 molto difficile, il titolo ha lasciato sul terreno circa l’11,5%. «Nathansohn era visto come un buon Cfo e la sua uscita è dovuta principalmente ai risultati negativi», spiega l’analista Simone Ragazzi. Secondo il quale, nonostante la sua quasi ventennale esperienza in Bulgari, Spena non sembra possedere il background necessario per traghettare la società al di fuori della crisi.