Caso Claps, «Chi l'ha visto?» va fuori strada su don «pizzetta»

La trasmissione di «Rai Tre» getta ombre su un sacerdote potentino. Ma sulla base di quali elementi?

Premessa d'obbligo: «Chi l'ha visto?» ha svolto un ruolo importante nel caso di Elisa Claps. Quando i fari dei mezzi di informazione erano spenti sul dramma della studentessa uccisa, il programma di «Rai Tre» non si è mai fermato. Nel coso degli anni, tra la conduttrice Federica Sciarelli e Gildo e Filomena Claps (rispettivamente fratello e madre di Elisa), è nato un sincero rapporto di affetto. Detto questo, va però anche sottolineato come - pur nel lodevole tentativo di tenere alta l'attenzione sul «giallo di Elisa» - «Chi l'ha visto?» sia incappato in qualche incidente di percorso. Dipingere, ad esempio, il parroco don Pierluigi Vignola con le tinte fosche usate nel corso dell'ultima puntata, è stata una scelta davvero infelice. Don Vignola (alias, don «pizzetta») non ha niente a che vedere con eventuali trame oscure legate alla tragedia di Elisa Claps. I sospetti mossi contro don «pizzetta» nel corso della trasmissione ci hanno francamente lasciato molto perplessi per la loro intrinseca inconsistenza e l'assoluta mancanza di legami rispetto alla vicenda Claps. Aver buttato addosso a questo giovane sacerdote schizzi di fango, non fa onore a nessuno. Ma, soprattutto, non fa onore alla verità.