Caso Coop, Pericu denuncia anche la conferenza stampa

Vicenda Carrefour La maggioranza minaccia : «Chi ha usato parole improprie ne risponderà in tribunale» E Murolo ricorda il precedente

Roberta Bottino

I consiglieri d'opposizione, sulla scia di un articolo 38 di Gianni Bernabò Brea di Alleanza Nazionale, hanno chiesto al sindaco cosa intenda fare in seguito alla Sentenza del Consiglio di Stato a favore della ditta Carrefour. «Questa è l'ennesima sconfitta giudiziaria in cui incorre questa giunta - tuona Bernabò Brea -, madre di tutte le sconfitte fu la sentenza del Tar relativa all'Ipercoop di San Biagio. Carrefour ha presentato un progetto importante che meritava di essere discusso e analizzato. Come è successo in passato invece, la proposta della società è stata troncata immediatamente». Le accuse rivolte da parte dei consiglieri d'opposizione alla Giunta sono legate al monopolio che le Coop rosse hanno nel capoluogo ligure.
«È evidente che c'è anche una valutazione politica sulla gestione da parte della giunta di questa situazione - polemizza Giuseppe Costa, di Forza Italia -. Noi abbiamo assistito in questi anni all'apertura di numerosi supermercati, tutti di un monocolore. Quando arriva un qualsiasi concorrente che non appartenga alle "Coop", la giunta esprime pareri negativi». Anche il capogruppo del Carroccio Edoardo Rixi pone una domanda alla giunta: «Il piano regolatore comunale - dice -, sta diventando quasi un disegno senza nessun vincolo da parte di chi progetta. Stiamo andando avanti in questi anni tra modifiche su modifiche del Puc. Noi ci chiediamo quale sia il motivo per cui alcuni progetti vengono portati avanti e viene insieme proposta la modifica del piano regolatore, mentre per altri si usi una prassi differente». Il sindaco risponde ai consiglieri d'opposizione dicendo che non conosce quali siano i «colori» della ditta Carrefour. «Ho sottoscritto un provvedimento di diniego all'azienda - dice Giuseppe Pericu -. Il Consiglio di Stato successivamente ha ritenuto che il mio diniego non fosse sufficientemente motivato. Quando si verificano situazioni di questo tipo è obbligo della pubblica amministrazione obbedire alla sentenza. Sarà quindi mio dovere riaprire l'istruttoria e se sarà necessario convocherò la conferenza di servizi. Attiverò il consiglio comunale solo se riterrò che si possa proporre una variante al piano regolatore».
In merito alle considerazioni sulle articolazioni del commercio in città, Pericu preferisce non soffermarsi. «Anche perché - dice -, chi ha fatto queste considerazioni, usando a mio giudizio delle parole improprie, è stato da me e da altri querelato di fronte al tribunale penale di Genova». Un dibattito sul «monocolore» Coop nei supermercati liguri doveva tenersi anche in Regione, sollevato dai consiglieri di An Gianni Plinio ed Eugenio Minasso. Ma Claudio Burlando, colui che doveva dare delle risposte, era assente e la discussione è slittata.

Annunci

Altri articoli