Caso Cucchi, indagati altri 3 medici del "Pertini"

A questi sanitari gli inquirenti sono arrivati dopo un ulteriore esame
della cartella clinica di Cucchi. Da quella documentazione è emerso che
i tre hanno avuto a che fare con il detenuto nel reparto penitenziario dell'ospedale romano

Roma - Ci sono altri tre medici dell'ospedale Sandro Pertini di Roma, dove Stefano Cucchi è morto il 22 ottobre scorso, sotto inchiesta da parte della procura di Roma per l'ipotesi di reato di omicidio colposo. I loro nominativi, secondo quanto si è appreso, stanno per essere iscritti nel registro degli indagati su iniziativa dei pubblici ministeri Vincenzo Barba e FrancescA Loy, titolari dell'inchiesta giudiziaria. A questi sanitari gli inquirenti sono arrivati dopo un ulteriore esame della cartella clinica di Cucchi. Da quella documentazione è emerso che i tre hanno avuto a che fare con il detenuto nel reparto penitenziario del Sandro Pertini. Questi ulteriori indagati si aggiungono a tre colleghi dello stesso ospedale (a loro volta iscritti per omicidio colposo) ed a tre agenti della polizia penitenziaria in servizio nel tribunale di Roma (omicidio preterintenzionale).