Caso Cucchi, nuovi esami "Sul cadavere altre lesioni non presenti in autopsia"

Iniziate le analisi sul corpo del giovane riesumato a un mese dal
decesso. Il legale della famiglia: "Lesioni non viste al cranio e alla
mandibola. Confermate quelle alla colonna e alle mani"

Roma - Traumi molteplici e recenti. Questi i primi risultati delle analisi sul corpo di Stefano Cucchi dopo la riesumazione della salma, a un mese dal decesso. Il legale della famiglia, il penalista Fabio Anselmo, ha spiegato che sono state riscontrate lesioni al cranio e alla mandibola, che nella precedente autopsia non erano state notate. Sono state confermate, invece, le lesioni alla colonna vertebrale e alle mani "anche se serviranno ulteriori accertamenti"

I tempi Gli esami del pool di medici legali nominati dalla procura di Roma e dalle parti, si dovrebbero concludere entro la fine della settimana. L’avvocato Anselmo ha detto: "È un passaggio importante quello compiuto oggi, per arrivare alla verità. Rispetto alle cause del decesso e ad altre risposte rispetto ai quesiti posti bisognerà aspettare che le verifiche siano completate".