Caso depurazione: perquisizioni e un altro avviso

La Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso un nuovo avviso di garanzia e disposto nuove perquisizioni nell'ambito dell'inchiesta «Poseidone» sui presunti illeciti nell'erogazione di finanziamenti da parte della Regione Calabria nel settore della depurazione delle acque. La nuova informazione di garanzia è stata emessa nei confronti di Franco Bonferroni, di 68 anni, di Reggio Emilia, vicepresidente della Pianimpianti spa, una delle società cui sarebbeto stati erogati i finanziamenti oggetto dell'inchiesta. Bonferroni, tra l'altro, secondo quanto si è appreso in ambienti giudiziari, sarebbe legato a persone che hanno occupato ed occupano tuttora ruoli istituzionali a livello nazionale.
Perquisizioni nell'ambito della stessa inchiesta sono state effettuate dai carabinieri del Reparto operativo di Catanzaro nelle sedi delle società Eurosviluppo industriale, con sedi a Catanzaro e Crotone; Enertad, del gruppo Agarini (Milano); Eurosviluppo elettrica (Crotone) ed Elettroambiente (Sesto San Giovanni).