Il caso Edison corre sull’ipotesi di un riassetto

Edison sugli scudi a Piazza Affari (più 1,58%) grazie all’indiscrezione secondo cui la quota del 10% circa di Foro Buonaparte detenuta da Romain Zaleski potrebbe passare a Transalpina di Energia che detiene già il 61,3% del secondo operatore energetico nazionale. Ai prezzi attuali il valore del 10% di Edison in mano al finanziere franco-polacco è pari a 470 milioni. Secondo il Quotidiano Energia se fosse TdE a rilevare la quota, sarebbe suddivisa al 50% fra i due azionisti della holding, Edf e Delmi, che a sua volta è controllata al 51% da A2A. Da risolvere ci sono tuttavia alcuni punti come il rischio di Opa da parte del socio francese che, già oggi fra quote dirette e indirette, detiene oltre il 50% di Edison e con la quota di Zaleski salirebbe al 55%. A2a potrebbe esaminare la vicende già nel cds in programma venerdì prossimo.