Il caso Eluana approda davanti alla Consulta

La Camera vota a favore e solleva davanti alla Corte costituzionale il caso della donna in coma vegetativo da 16 anni. Votano a favore Pdl, Lega e Udc. Contro l'Idv, si astiene il Pd

Roma - La storia di Eluana Englaro approda davanti alla Corte costituzionale. Dopo la sentenza del tribunale di Milano che ha dato il via libera a Beppino Englaro, il padre della donna in coma da vegetativo permanente da 16 anni, di staccare il sondino che alimenta e idrata la giovane la politica ha deciso di "entrare in campo". L’aula della Camera ha deciso di sollevare conflitto di attribuzione alla Corte costituzionale. La votazione è avvenuta con il sistema elettronico senza la registrazione dei voti. Hanno votato a favore solo deputati del Pdl, della Lega e dell’Udc. Contro hanno votato quelli dell’Idv. I deputati del Pd non hanno preso parte alla votazione. E’ atteso per domani invece il voto del Senato. La proposta di sollevare il conflitto di attribuzione è stata presentata dalla maggioranza. Ora sarà la Suprema Corte a decidere in questo caso di conflitto di poteri: la sentenza della magistratura contro la volontà politica di legiferare in materia.