Il caso Enel Green Power vola grazie al petrolio record

Enel Green Power ha chiuso le contrattazioni con un rialzo del 2,43% a 1,68 euro. Il titolo ha raggiunto i massimi dalla quotazione, avvenuta a inizio novembre del 2010. Ieri mattina Bank of America-Merrill Lynch ha segnalato che la società delle fonti rinnovabili avrà beneficio dall’aumento del costo del petrolio in quanto porterà a un aumento del prezzo della corrente elettrica in Italia. Il broker spiega, nella nota di innalzamento delle stime di utile, che Enel Green Power non è un’utility regolata e che la metà del suo Ebitda arriva dalla vendita delle corrente elettrica a prezzi di mercato e questi prezzi, in Italia, sono molto sensibili alle fluttuazioni del prezzo del petrolio. Gli analisti hanno confermato la loro raccomandazione «buy» con prezzo obiettivo a 1,85 euro.