Il caso Eni sugli scudi Cdp valuta acquisto gasdotto Tag

Occhi puntati a Piazza Affari su Eni, in rialzo dello 0,95%. Complice il recupero dei prezzi del greggio, tornato sopra i 78 dollari il barile, ma anche le possibili novità che potrebbero arrivare dal fronte del gasdotto Tag, uno dei tre (gli altri sono Temp e Transit Gas) che il gruppo del Cane a sei zampe si è impegnato a cedere, riservandosi i diritti di transito, tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011 per chiudere il contenzioso con l’Ue ed evitare una multa. Il Cda della Cassa depositi e prestiti potrebbe analizzare l’acquisto dei diritti di proprietà del gasdotto nella riunione alla fine di marzo. Ad annunciarlo è stato il presidente della Cassa, Franco Bassanini. «Non penso - ha aggiunto - che lo inseriremo all’ordine del giorno del Cda la prossima settimana, ma probabilmente lo faremo in quello di fine marzo».