Il caso Fastweb, no cedola anche in futuro e il mercato apprezza

Niente dividendo per i soci di Fastweb nei prossimi anni e niente offerta pubblica in Borsa sulle minoranze da parte della controllante Swisscom. Nonostante il raggiungimento dell’utile, il primo della storia, per il gruppo guidato da Stefano Parisi non è ancora tempo di cedola.E questo perchè i flussi di cassa devono scorrere in una sola direzione, ossia la riduzione del debito. Lo ha spiegato il suo presidente e amministratore delegato della controllante Swisscom, Carlsten Schloter. Alla Borsa la notizia, corredata anche dal rialzo del giudizio sul titolo da parte di Banca Leonardo passato a ’buy’ (acquistare), non è dispiaciuta tanto che il titolo ha chiuso in rialzo dell’1,25% a 15,42 euro. Il numero uno di Swisscom ha detto che il debito è alto, ossia 2,6 volte l’ebitda (il margine operativo lordo) ed è pari a 1,46 miliardi di euro.