Il caso Impregilo corre (+2,5%) dopo la commessa per la Autostrada A4

In una seduta nervosa, Impregilo si è mossa ieri in controtendenza, chiudendo la giornata con un rialzo del 2,46%. Gli acquisti sul titolo sono riconducibili alla commessa da 225 milioni di euro con cui l’azienda si è aggiudicata la gara per la progettazione e la realizzazione dei lavori di ampliamento alla terza corsia dell’autostrada A4 Venezia-Trieste nel tratto compreso tra i comuni di Quarto d’Altino e San Donà di Piave. I lavori partiranno all’inizio del 2010 e saranno ultimati nel 2013. Sergio Escudé, responsabile Equity Research di Cassa Lombarda, sottolinea come i risultati dei primi nove mesi siano stati penalizzati dalla debolezza della controllata Fisia, legata alle difficoltà sui progetti per i rifiuti in Campania, ma «il core business del gruppo sta continuando ad andare molto bene».