Il caso L’«effetto scudo» fa volare Mediolanum

Riflettori su Mediolanum, protagonista sul Ftse Mib fin dalle prime battute: il titolo ha guadagnato il 3,66% a 4,03 euro. Gli operatori attribuiscono l’andamento positivo agli ultimi dati sullo scudo fiscale, diffusi alla vigilia dall’Aipb (Associazione italiana private banking), secondo cui il comparto del private banking avrebbe raccolto il 46% dei 95 miliardi di euro «scudati» dalle famiglie italiane. Per effetto della prima tranche dello scudo fiscale il totale del valore dei portafogli serviti dal private banking è tornato ai livelli pre-crisi, con 361 miliardi di euro di asset gestiti al 30 settembre 2009. Dell’effetto «scudo» ha beneficiato, sia pure in misura minore, anche un altro titolo del risparmio gestito, Azimut (+1,29%).