Il caso Luxottica debole: Deutsche Bank taglia il target

Luxottica debole a Piazza Affari, nonostante negli ultimi giorni l’euro si sia indebolito rispetto al dollaro: all’indomani di un dato pessimo sulle vendite al dettaglio Usa di dicembre, i titoli dell’azienda di occhialeria, dopo aver sfiorato una flessione del 5%, hanno ridotto infine le perdite all’1,37% attestandosi a 11,49 euro. A penalizzare le azioni della società di Agordo è stata anche la revisione al ribasso del target di prezzo da parte degli analisti di Deutsche Bank, che comunque hanno confermato la raccomandazione di «hold». Nel dettaglio il target di prezzo è stato rivisto da 16 euro, a 13 euro, livello ad ogni modo più elevato delle attuali quotazioni. Secondo Deutsche Bank la debolezza della spesa al consumo Usa è destinata a tenere il titolo sotto pressione nel breve termine.