Il caso Nicola Bulgari cede quota: titolo in discesa

Pesante Bulgari in Borsa (-2,84%) dopo la cessione della quota da parte del vicepresidente Nicola Bulgari che ha ceduto a investitori istituzionali italiani ed esteri l’1,33% del capitale, 4 milioni di azioni. Da una successiva comunicazione è emerso che il pacchetto è stato venduto a 5,85 euro per un controvalore complessivo di 23,4 milioni. Bulgari ha segnato un massimo dell’anno a 6,46 euro il 16 novembre scorso e un minimo a 2,76 euro il 18 marzo. Secondo Dennis Weber di Evolution Securities la vendita non significa un passo verso la rinuncia del controllo da parte della famiglia Bulgari. «Una vendita della società non è probabile secondo noi». In passato sul mercato si erano rincorse voci di vendita di Bulgari a qualche colosso del lusso straniero. La famiglia ha sempre smentito.