CASO ORLANDI

«Il tentativo di coinvolgere il cardinale Law nella questione Orlandi è un fatto non solo infondato, ma indegno». Così il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, ha commentato le notizie pubblicate ieri da un quotidiano su un presunto coinvolgimento del cardinale Bernard Francis law, arcivescovo di Boston dal 1984 al 2002, nel caso del sequestro di Emanuela Orlandi. Il quotidiano ipotizza una connessione tra il rapimento e una rete di preti pedofili operante in quegli anni negli Stati Uniti epicentro di quello scandalo di abusi sessuali nella Chiesa che il cardinale Law fu accusato di avere occultato. A seguito di quello scandalo, Law fu costretto a lasciare la guida dell’arcidiocesi americana.