Caso passaporti: assolto Veron

Roma. Il giudice del tribunale Bruno Costantini, dopo due ore di camera di consiglio, ha assolto Juan Sebastian Veron e Sergio Cragnotti nel corso del processo sulle presunte irregolarità nella presentazione dei documenti atti a far ottenere la cittadinanza italiana al centrocampista argentino. Altre sei le assoluzioni, tra cui quelle degli ex dirigenti della Lazio Nello Governato e Felice Pulici. Condannati invece una dipendente di uno studio legale di Buenos Aires e un impiegato del comune cosentino di Fagnano Castello, che nel 1999 avrebbero materialmente preparato i documenti contraffatti per far ottenere il passaporto comunitario a Veron. Il tribunale, dichiarata la falsità degli atti, ne ha ordinato la cancellazione dall’anagrafe comunale di Roma.