Il caso La «pax sindacale» spinge Bipiemme Bene il titolo (+4,4%)

La Banca Popolare di Milano dell’era Ponzellini riaccende l’interesse di Piazza Affari. Il titolo ha chiuso ieri in rialzo del 4,4% a 4,69 euro. Il rimbalzo riduce il «ritardo» delle quotazioni di Bpm rispetto al recupero messo a segno da altri istituti nelle ultime settimane. Il recupero segue inoltre la ritrova pax sindacale dopo la salita alla presidenza di Massimo Ponzellini al posto di Roberto Mazzotta. Ieri Bpm ha riunito il comitato esecutivo con sul tavolo il capitolo «fidi», il primo atto tecnico della banca dopo che la scorsa settimana la definizione dei comitati interni ha visto la maggioranza del cda «isolare» Mazzotta. Il board ha negato al banchiere la presidenza del comitato soci, uno degli snodi più delicati della cooperativa milanese. Buona ieri anche l’intonazione del Banco Popolare (+2,9%) e di Ubi Banca (+0,44% ), le due superpopolari italiane.