CASO PILOTA

Una donna genovese, affetta da un tumore alla mammella e uno al collo insorti rispettivamente nel 2009 e nel 2011, ha deciso di intentare una causa contro tre produttori di bevande alcooliche, sostenendo che sull’etichetta delle loro bevande non l’hanno «avvertita» dei rischi che correva. È questo il presupposto giuridico che sta alla base della causa che, per la prima volta in Italia, Assoutenti e i legali della donna intendono avviare a Genova. Il caso pilota ha spiegato Gianni Testino, epatologo presso l’Ospedale San Martino, nasce dalla presa d’atto che l’ Oms ha inserito di recente il consumo di etanolo e acetaldeide nel gruppo 1 dei cancerogeni.