Il caso Il porto assume, ma non sa come fare

Il porto di Genova assume. Detta così sembrerebbe anche una bella notizia. Eppure qualcosa non torna. Tanto che in autorità portuale il compito che attende il segretario generale Giambattista D’Aste si annuncia tutt’altro che agevole. Questo perché il verbale di un incontro avvenuto il 14 luglio scorso a Palazzo San Giorgio prevede che proprio il braccio destro del presidente Luigi Merlo «formalizzerà entro il 15 settembre una proposta articolata di stabilizzazione dei tempi determinati in numero di 10 unità al fine dell’inserimento dei medesimi in pianta organica». Dieci «precari» assunti a tempo indeterminato. (...)