Il caso presepe dalla Regione al Vaticano

«Una situazione che è insieme di ipocrisia e di pavidità». Questo, secondo l’Osservatore Romano è quello che muove la «guerra al Natale» che tocca «non solo l'Italia ma l'intera Europa». Il fatto è che come esempio della «guerra al Natale» il quotidiano della Santa Sede prende ad esempio proprio coloro che si «vergognano» del presepe, soprattutto se si tratta di istituzioni. Il messaggio non è diretto esplicitamente ai signori consiglieri regionali liguri che hanno raccolto voti nelle chiese e nelle parrocchie promettendo di essere sentinelle dei principi cristiani nel centrosinistra, ma certo loro corrispondono esattamente alla descrizione fatta dall’Osservatore Romano. Il loro «gran rifiuto» a votare la mozione per il presepe nella sede della Regione Liguria è sotto gli occhi di tutti.
E proprio ai consiglieri cosiddetti cattolici dell’Unione (...)