Il caso Raphael in Senato: per la Rm/E sono pericolosi tutti i pazienti psichiatrici

La «questione Raphael» diventa politica. Il senatore Domenico Gramazio ha presentato un’interrogazione ai ministri per i Diritti e le Pari Opportunità, della Solidarietà Sociale e della Salute per chiedere la tutela dei malati psichici, denunciando che sono stati messi in atto atteggiamenti discriminatori da parte della Asl RM/E, che ha chiuso la struttura socio-riabilitativa di via Cassia per riportare gli ospiti al Santa Maria della Pietà, noto come manicomio. E lo ha fatto, facendoli risultare disabili psichici, fisici e sensoriali. «Nella vertenza in Tribunale ormai ampiamente superata tra la Raphael Srl e il condominio - scrive Gramazio - la Rm/E nel 2005 è intervenuta schierandosi con il secondo. Invece di difendere i propri assistiti ha evocato lo spettro di “fastidi, rischi per l’incolumità personale, o addirittura di pericolo ai terzi”, riportando i 40 pazienti al Santa Maria della Pietà e, con comportamento discriminatorio, ha rimesso in discussione oltre 30 anni di storia della tutela della salute mentale e la stessa legge 180 del 1978, che con la chiusura degli ex ospedali psichiatrici e l’utilizzo di strutture alternative, aveva ridato dignità a questi cittadini».
Per queste dichiarazioni la Asl è stata citata in giudizio anche dell’associazione Fiaba e il 27 maggio dovrà comparire in Tribunale. Naturalmente la Regione, invece di intervenire, è rimasta guardare. Il presidente Piero Marrazzo nel 2007 ha concesso infatti alla Asl l’autorizzazione a riutilizzare l’ex manicomio, ignorando la legge Basaglia e la circolare ’98 del ministero della Sanità, che ne vietavano il riutilizzo. Un dettaglio, se si pensa che la Rm/E li teneva lì già dal 2004. Infine il governatore, nonostante i telegrammi da parte della Raphael Srl che chiedeva un incontro per discutere la questione, se ne è lavato le mani. Peccato che la Asl dovrà rispondere anche di inadempimento contrattuale, per aver interrotto unilateralmente la convenzione che aveva con la Raphael fino al 2013.