Il caso Ratti festeggia il finanziamento di Bnl-Unicredit

La comasca Ratti sugli scudi a Piazza Affari: i titoli della società specializzata nel settore tessile hanno messo a segno un guadagno del 6,97% attestandosi a 0,35 euro, dopo essere arrivati fino a 0,37 euro (+15,3%). Ratti ha così «festeggiato» la notizia, comunicata martedì in tarda serata, di un nuovo contratto di finanziamento con la Bnl e Unicredit Banca d’Impresa per un importo complessivo di 20 milioni. Il nuovo finanziamento di medio-lungo termine - suddiviso in tre tranche, rispettivamente di 10,6 e 4 milioni - si colloca nell’ambito della complessiva operazione di ripatrimonializzazione e ristrutturazione dell’indebitamento del gruppo che produce stoffe e tessuti per abbigliamento e arredamento; cravatte, sciarpe, foulard e accessori per la casa.