Il caso Repubblica Dominicana, provincia di Liguria

A volte, ho quasi pudore nell’usare troppo l’espressione «la famiglia del Giornale» o «il popolo del Giornale» o «gli amici del Giornale».
Non perché non le senta mie, anzi. Ma proprio perché le sento talmente mie e sento talmente l’importanza dell’uso delle parole, che credo vadano centellinate e usate con il bilancino. Perché l’uso appropriato delle parole, il loro contingentamento, il non utilizzarle a sproposito è un piccolo, ma sicuramente positivo, esercizio di democrazia.
Eppure, devo dire che il pudore era sbagliato. Che la «famiglia» è proprio famiglia senza virgolette, che il «popolo» è proprio popolo e che gli «amici» sono proprio amici. Con tutto il peso e la verità che queste parole sanno avere.
Avessi avuto bisogno di un’ulteriore controprova, l’avrei trovata nella Repubblica Dominicana, dove per la prima volta ho avuto (...)