Il caso Safilo corre in Borsa Hal accetta adesioni al bond al 51%

Hal Holdings, il cavaliere bianco di Safilo, ha ottenuto un’adesione del 51% degli obbligazionisti alla sua offerta sui bond emessi dalla società. Nonostante il mancato raggiungimento della quota del 60%, Hal ha deciso di accettare le adesioni e di proseguire nel piano di salvataggio che la porterà a diventare il primo azionista della società. Così Safilo è salita in Borsa del 4,3%. Hal aveva raggiunto un accordo con Safilo e Only3t, la holding della famiglia Tabacchi, azionista del 39,9% del gruppo, per acquistare una partecipazione compresa tra il 37,2% e il 49,9%. L’accordo era sottoposto ad alcune condizioni tra cui il successo di un’offerta di acquisto sul bond da 300 milioni. Nonostante il mancato raggiungimento del tetto, Hal ha comunque deciso di chiudere lo stesso la trattativa.