Il caso Seat ancora giù: il web non compensa i ricavi delle Pagine Gialle

Seat ancora giù in Borsa (-7,60% a 9 euro). Il titolo sconta le incertezze create dall’addio dell’amministratore delegato Luca Majocchi. Equita sim ha abbassato a «reduce» il giudizio sul titolo e Exane Bnp Paribas ha ridotto del 12% il «target price» (ora a 8 euro). Unicredit ha sottolineato in una nota ai clienti che è «determinante» conoscere quando e da chi verrà rimpiazzato Majocchi. E fra i candidati più probabili alla successione c'è il direttore generale di Seat, Massimo Castelli, arrivato nella società nello scorso mese di giugno da Telecom Italia, dove era direttore generale. Seat opera in un business che sta attraversando una fase di declino storico, con i ricavi da Internet che, per quanto crescenti, non compensano il calo della raccolta pubblicitaria sui tradizionali elenchi cartacei delle Pagine Gialle.