Il caso Seat spicca il volo grazie all’aumento di capitale

Rally per Seat ieri, balzata del 151% a 0,61 euro, dopo diverse sospensioni al rialzo, nel primo giorno dell’aumento di capitale da 200 milioni di euro. Elevati gli scambi pari al 6% del capitale. Proprio le tecnicalità dell’aumento e, in particolare, la consistente rettifica del prezzo delle azioni rispetto alla chiusura di venerdì (da 5,96 euro a 0,2425 euro) per adeguarle al valore di emissione dei nuovi titoli (pari a 0,106 euro) potrebbero spiegare, in parte, lo strappo di ieri. Secondo gli operatori gli algoritmi di alcune sale operative che regolano gli ordini di acquisto e vendita potrebbero non essere stati aggiornati correttamente, facendo partire proposte di acquisto a prezzi fuori mercato. E non è un caso che Borsa Italiana abbia proibito oggi l’immissione di ordine senza limiti di prezzo sulle azioni Seat in fase di pre-asta di apertura.