Il caso Sicurezza aerea senza capo Nomina bloccata da un anno

Gli Stati Uniti stanno affrontando l’emergenza terrorismo sui voli senza un capo della Transportation Security Administration. E tutto a causa di uno scontro di potere in atto a Washington: la conferma del nuovo amministratore nominato da Barack Obama è bloccata dal senatore repubblicano Jim DeMint, che si oppone alla nomina di Errol Southers, un esperto di anti-terrorismo. De Mint sarebbe contrario al piano che prevede la possibilità per i dipendenti della Tsa di aderire a un sindacato. Un altro repubblicano, intanto, il deputato della Florida John Mica, ha sparato a zero sulla gestione della Tsa, accusata di essere un’enorme macchina burocratica che ha macinato «5 amministratori in 8 anni: gestire un’agenzia di sicurezza con una porta girevole all’ingresso è un’ottima ricetta per il disastro».