Il caso StM corre (+4,4%) dopo la cessione di Numonyx

Stm in forte rialzo ieri in Borsa, dove ha chiuso la seduta con un guadagno del 4,4%. Il movimento al rialzo è in parte riconducibile agli acquisti di cui ha beneficiato l’intero comparto tecnologico, ma non solo. Gli investitori hanno probabilmente premiato la società dopo la cessione attraverso uno scambio azionario del valore di 1,27 miliardi di dollari all’americana Micron Technology della controllata catanese Numonyx, la joint venture per le memorie flash creata assieme ai soci di Stm, Intel e Francisco Partners. La plusvalenza dichiarata in seguito alla cessione è di 280 milioni di dollari. Ieri intanto centinaia di dipendenti della Numonyx hanno effettuato un presidio di protesta davanti ai cancelli della fabbrica, a Catania. Temono di perdere il posto di lavoro.