Il caso La svizzera Holcim schiaccia i cementieri Giù Italcementi

È durata poche sedute la carica dei titoli del cemento e delle costruzioni. Spinti tre giorni fa dai conti dell’austriaca Wienerberger, che nel trimestre ha fatto meglio delle attese, sono scivolati ieri a seguito dei risultati deludenti pubblicati da Holcim. Il gigante svizzero del cemento ha archiviato il primo semestre con un utile in calo del 12% a 399 milioni di franchi ben al di sotto delle attese degli analisti e si è mostrato prudente sulle prospettive del mercato. Sul listino milanese, quindi, Italcementi ha lasciato sul campo il 2,65% a 5,87 euro, Buzzi l’1,92% a 7,66 euro e Impregilo il 2,3% a 2,01 euro. Si ritorna così all’andamento della settimana precedente, quando Buzzi penalizzata da una semestrale deludente aveva perso in cinque giorni il 10,40% e Italcementi il 9,57%.