Il caso TiMedia cede torri di trasmissione e strappa in Borsa

Dopo la cessione di ApCom al gruppo Abete, Telecom Italia Media continua la politica di dismissioni strategiche. Ieri il titolo TiMedia è salito dell’11,17% anche se gli operatori ritengono che non ci siano novità di rilievo della vendita degli asset per la trasmissione del segnale digitale terrestre. Sul tavolo dell’advisor Merrill Lynch dovranno pervenire le proposte per una quota di minoranza di Ti Media Broadcasting, società interamente controllata da Telecom, titolare della licenza per il digitale terrestre. Ti Media conta di raccogliere non meno di 300 milioni di euro. Tra gli interessati ci sarà ancora una volta il fondo Baker Capital, che aveva trattato l’acquisizione dei multiplex nello scorso autunno, ma non è escluso l’interessamento di gruppi del settore media come Elettronica Industriale (gruppo Mediaset).