Il caso Tiscali amplia la sua rete e sale in Borsa

Tiscali sale a Piazza Affari del 3,74% dopo la notizia dell’ampliamento della propria copertura di rete in unbundling (ossia quella che dà all’operatore l’accesso diretto al cliente)) perseguendo la strategia di potenziamento dell’offerta a banda larga per incrementare l’Arpu (ricavi medi per cliente). L’estensione della rete, in seguito a un accordo con Telecom, prevede l’apertura di 200 nuovi siti in unbundling entro la prima metà del 2010 che, aggiungendosi ai 486 siti già attivi, porteranno la rete Tiscali in Italia a un numero complessivo di centrali di 686, e a superare quindi il 40% di copertura delle linee nazionali.