Il caso Tiscali, via libera all’aumento di capitale Accordo con Chl

Tiscali sale a Piazza Affari. Il titolo del provider sardo ha guadagnato il 3,43% e ieri, in serata, ha ottenuto il via libera all’aumento di capitale da 180 milioni che potrebbe portare anche nuovi soci. L’aumento partirà il 12 ottobre e i diritti saranno negoziabili fino al 23 ed esercitabili fino al 30. Il rapporto è di 643 nuove azioni ogni 22 ordinarie possedute. A ciascuna delle azioni sottoscritte sarà abbinato gratuitamente un warrant. Il fondatore Renato Soru, che detiene una partecipazione del 20,09%, eserciterà i diritti spettanti per un importo complessivo di 30,8 milioni corrispondente al credito vantato da Andala nei confronti di Tiscali. Intanto, ieri, il gruppo sardo ha firmato con il gruppo Chl un accordo di partnership. Chl venderà nei suoi 1.200 punti vendita i servizi di tlc di Tiscali.