Il caso Tiscali ribadisce trattative in corso ma il titolo scende

Via libera dei soci Tiscali alla proposta di ripianamento parziale e rinvio a nuovo delle perdite, presentata dal cda dopo che il rosso di esercizio ha portato a una riduzione di oltre un terzo del capitale. Il cda non ha però ritenuto opportuno proporre alcuna modifica del capitale sociale, né in aumento né in riduzione rilevando che la perdita di esercizio è stata determinata da svalutazioni di partecipazioni essenzialmente riconducibili alla eccezionale situazione di mercato. Tiscali ha chiuso il 2008 con una perdita di quasi 243 milioni, in netto peggioramento dai 65,3 milioni del 2007. Nel cda è tornato Renato Soru, azionista con il 20% circa del capitale. Nonostante il gruppo abbia ribadito l’esistenza delle trattative per cessione delle attività inglese e la forte attività con le banche per la rinegoziazione del debito in Borsa il titolo ha perso il 2% circa.