Caso troppo difficile per un giudice che non ha coraggio

Pregiatissimo Dottor Massimiliano Lussana, propongo un tema: credo sia stato Ezra Pound a dire che chi non difende con accanimento le proprie idee o non valgono niente le idee o non vale niente l’uomo che le propugna.
Svolgimento: «Ma al giudice Alvaro Vigotti chi glielo ha fatto fare?». Mi riferisco al dare ragione al Tar del Lazio sposando, al cento per cento, le tesi della Figc.
Sarà stato spaventato dalla vicenda diventata troppo grande? E allora quale migliore occasione di rimandare tutto alla cassazione e uscire incolume da tutto questo bailamme?
Cordiali saluti.