Caso Visco, "processo" in Senato il 6 giugno

Fissata per il 6 giugno al Senato la discussione e il voto della
mozione che chiede al governo il ritiro delle deleghe per il viceministro dell’Economia presentata dalla Cdl. La sinistra: "Non è un processo a Visco"

Roma - E’ stato fissata per il 6 giugno al Senato la discussione e il voto della mozione che chiede al governo il ritiro delle deleghe per il viceministro dell’Economia Vincenzo Visco, presentata dal centrodestra, dopo il caso sulle presunte pressioni per il trasferimento dei vertici della Guardia di Finanza in Lombardia lo scorso anno. Lo ha detto oggi il capogruppo dell’Ulivo a Palazzo Madama, Anna Finocchiaro. "Mercoledì della prossima settimana si discuterà e voterà la mozione che chiede il ritiro delle deleghe", ha detto Finocchiaro ai giornalisti al termine della riunione dei capigruppo al Senato.

Il centrosinistra non vuole però che a spiegarsi in aula scenda Visco, come chiede l’opposizione. "Non è un processo a Visco. Visto che l’invito al ritiro delle deleghe è rivolto al presidente del Consiglio, dovrebbe essere la presidenza del Consiglio a pronunciarsi sulla richiesta", ha detto Finocchiaro. Secondo il capogruppo di Prc Giovanni Russo Spena, a controbattere all’opposizione verrà a Palazzo Madama il governo, "auspicabilmente il presidente del Consiglio". Schifani: il governo ritiri le deleghe a Visco (leggi).