Casolari e baracche passati al setaccio

Nel corso di un servizio di controllo dei casolari abbandonati e delle baracche a Trigoria e nelle zone limitrofe, i carabinieri della stazione di Roma Tor de’ Cenci, in collaborazione con i militari del nucleo radiomobile di Pomeziai, hanno effettuato un arresto, fermato venti persone, delle quali 12 sono state denunciate in stato di libertà. Nel dettaglio, la misura cautelare restrittiva è stata disposta nei confronti di un’ ucraina, di 56 anni, sprovvista di regolare permesso di soggiorno, perché colpita dal decreto di espulsione nel gennaio scorso. La donna e le altre undici persone persone, tutti pregiudicati di nazionalità romena, sono state denunciate in stato di libertà in quanto erano senza documento di identità. In particolare, i controlli dei militari si sono concentrati su costruzioni fatiscenti e diroccate, spesso covo di malviventi e clandestini senza fissa dimora che vivono ai margini dei quartieri della periferia romana. Gli uomini dell’Arma hanno inoltre sequetrato due ciclomotori rubati e altra refurtiva, provento di furti in appartamenti.