Casoria, stupro di gruppo su una bimba di 11 anni In cella cinque minorenni

Portata in un luogo appartata, spogliata e aggredita. Le grida della bimba hanno richiamato i passanti e messo in fuga gli aggressori. I cinque sono in manette: hanno dai 14 ai 16 anni. Avevano molestato altre ragazzine  

Casoria - L'hanno presa con la forza e portata in un luogo appartato. Le hanno tolto i vestiti e le sono saltati addosso. In cinque. Ma le urla della bambina, appena 11 anni, hanno richiamato l'attenzione di alcuni passanti e messo in fuga il branco. Cinque ragazzini minorenni, tutti con un'età tra i 14 e i 16 anni. Che, a distanza di 20 giorni dalla violenza, sono stati arrestati.

Lo stupro di gruppo I genitori della 11enne, originaria di Arzano, hanno denunciato la violenza ai carabinieri la sera stessa. Al termine delle indagini i carabiniere hanno accertato che il 22 gennaio i cinque ragazzi avevano portato con violenza in un luogo appartato la 11enne. Dopo averla immobilizzata, l’hanno poi spogliata e toccata, e la violenza era finita solo grazie all'intervento di alcuni passanti, richiamati dalle grida di aiuto della ragazza. L’identificazione dei minori  è poi avvenuta grazie alle dichiarazioni di alcuni testimoni e al riconoscimento compiuto dalla vittima.

L'aggresione per strada Cominciarono toccandole il seno e il sedere in strada, mentre la ragazzina di undici anni passeggiava con un’amica. Quando le due, non riuscendo a toglierseli di torno, si rifugiarono nel palazzo di una terza amica, i cinque minorenni riuscirono a farsi aprire da un condomino, afferrarono per un braccio l’undicenne e la trascinarono nel cortile. Per la ragazzina seguirono momenti terribili, così sintetizzati nel capo di imputazione formulato nei confronti dei cinque: "Con violenza consistita nel tirare la minore per un braccio così da portarla, contro la sua volontà, in un luogo appartato e tenerla con le spalle contro un muro così da impedirle di fuggire, aprirle - sempre contro la sua volontà - la camicetta e toccarle il seno, tentare di sbottonarle i pantaloni e infilarle le mani per toccarla nelle parti intime, farsi toccare gli organi genitali dopo essersi sbottonati i pantaloni, costringevano la predetta a subire questi atti sessuali".

Altre violenze Avevano già molestato diverse ragazzine i cinque minorenni arrestati questa mattina a Casoria. Nel corso delle indagini varie adolescenti, sentite come testimoni, hanno raccontato al pm che il gruppo aveva l’abitudine di toccare il seno e il sedere alle amiche. "L’attività istruttoria - scrive infatti il gip Piero Avallone - ha fatto emergere come già altre ragazze siano state oggetto delle attenzioni del gruppo composto dagli indagati che, ormai convinto di poter agire impunemente, ha perso qualsiasi freno inibitore".