Cassa integrazione, in calo le domande: -8%

L'Inps: calano le richieste di utilizzo di cassa integrazione a novembre: nel mese, per la prima
volta dall’inizio della crisi, si registra un calo tendenziale con 90,7 milioni di ore autorizzate contro i 98,6 milioni di
novembre 2009. Il ministro Sacconi: ripresa in atto soprattutto nell'industria

Roma - Calano le richieste di utilizzo di cassa integrazione a novembre: nel mese, per la prima volta dall’inizio della crisi, si registra un calo tendenziale con 90,7 milioni di ore autorizzate contro i 98,6 milioni di novembre 2009 (-8%). Su ottobre 2010 si registra invece un calo delle ore autorizzate di cassa nel complesso del 10%. Le domande di disoccupazione arrivate all’Inps a ottobre sono state 128.000, in calo del 3,2% rispetto alle 133.000 dell’ottobre 2009. Le domande di mobilità nel mese sono passate dalle 7.900 dell’ottobre 2009 a meno di 6.500 dell’ottobre 2010 (-18,2%).

Le aziende hanno chiesto all’Inps nei primi 11 mesi del 2010 oltre 1,1 miliardi di ore di Cig (+37,1% rispetto allo stesso periodo del 2009). A novembre c’è stato un calo sia congiunturale e tendenziale della richiesta di cassa integrazione che ha fatto sì che sia stato possibile ridurre la percentuale di aumento tendenziale (era al 44,1% nei primi 10 mesi dell’anno).

Soddisfatto il ministro Maurizio Sacconi: il calo delle richieste di Cig a novembre - sottolinea - è una conferma della ripresa economica in atto. Secondo il ministro "i problemi non sono finiti perché sono in atto molte trasformazioni negli assetti proprietari o produttivi di molte società con conseguenze sull’occupazione. Lo testimoniano i molti tavoli ministeriali attraverso i quali si individuano spesso soluzioni concordate con le parti per la continuità produttiva e occupazionale".

Ed anche il presidente dell'Inps Antonio Mastropasqua è dello stesso avviso: "La ripresa sta iniziando: per la prima volta abbiamo non solo un calo sul mese precedente, ma sullo stesso mese dell’anno precedente". Mastrapasqua, ospite di Radio 24, commenta i dati dell’istituto di previdenza sull’utilizzo degli ammortizzatori sociali. "Questo significa che le imprese stanno chiedendo meno ore di casa integrazione. Già stava calando l’utilizzo delle ore richieste e attualmente siamo al 48%, ma addirittura c’è un calo abbastanza vistoso, il 10% su ottobre 2010 e l’8% su novembre 2009. È un dato positivo che si unisce ai dati sulla disoccupazione e sulla mobilità che fanno registrare un -18%", prosegue, concludendo: "I dati vanno commentati con prudenza, ma ci fannno ben sperare che quella che molti vedono come una ripresa stia iniziando a dispiegare i propri effetti".